Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario  
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati ) Rispedisci Email di convalida


Bookmark and Share
Patentino?
  Reply to this topic Start new topic Start Poll
Iscriviti a questa discussione | Invia disc. tramite email | Stampa Discussione
 
Prociv
Inviato il: Giovedì, 08-Ott-2009, 12:02
Quote Post


Administrator
Group Icon

Gruppo: Admin
Messaggi: 227
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 26-Set-2009



per utilizzare radio nelle organizzazionidi volontariato bisogna avre dei brevetti o dei patentini?

Inseguirò il mio sogno finchè non l'avrò raggiunto....e se per fare ciò dovessi morire, lo farei col sorriso sulle labbra...
 
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
RadioCB
Inviato il: Domenica, 11-Ott-2009, 21:33
Quote Post


Aspirante Volontario
**

Gruppo: Membro
Messaggi: 11
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 11-Ott-2009



 
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














 
Top
 
Luigi
Inviato il: Martedì, 20-Ott-2009, 12:21
Quote Post


Volontario Appassionato
****

Gruppo: Membro
Messaggi: 86
Utente Nr.: 8
Iscritto il: 20-Ott-2009



Ciao
se il volontario/associazione usano le radio private dei volontari ed ogniuno la usa a titolo personale, è necessario che ogni volontario sia in possesso della patente di radioamatore (se la radio è vhf/uhf) o della ricevuta di pagamento della tassa (se si tratta di cb).
Nel caso l'associazione abbia in concessione una frequenza radio specifica e premesso che le concessioni fanno riferimento ad un modello specifico di radio e ad un numero di apparecchi dichiarato all'atto della richiesta della concessione della frequenza, queste radio possono essere usate da qualsiasi membro dell'associazione stessa durante le attività addestrative od operative.
ciao
Luigi
 
PMEmail Poster
Top
 
Prociv
Inviato il: Martedì, 20-Ott-2009, 21:49
Quote Post


Administrator
Group Icon

Gruppo: Admin
Messaggi: 227
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 26-Set-2009



ma questa nozione è disciplinata da qualche normativa?

Inseguirò il mio sogno finchè non l'avrò raggiunto....e se per fare ciò dovessi morire, lo farei col sorriso sulle labbra...
 
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
Luigi
Inviato il: Mercoledì, 21-Ott-2009, 06:52
Quote Post


Volontario Appassionato
****

Gruppo: Membro
Messaggi: 86
Utente Nr.: 8
Iscritto il: 20-Ott-2009



Certamente, l'uso degli apparati radioamatoriali e dei cb è normato si può dire da sempre ed è condizionato al sostenimento di un esame + pagamento canone tv/radio per i vhf-uhf-hf etc ed al pagamento del solo canone per l'uso del cb.
Per quanto riguarda l'impiego di frequenze specifiche in concessione e delle radio necessarie al servizio, all'atto della richiesta della concessione (che non costa poco) dovrai elencare numero,tipologia, marca e modello delle radio da usare. Esiste una serie di apparecchiature "omologate" per questi usi ed è possibile, come è successo a noi, che un modello in nostro possesso da anni non è stato ammesso a questo uso.
In merito ti potrà aiutare una qualsiasi sede ARI della tua zona di residenza.
Per darti una indicazione, i portatili da noi selezionati sono della INTEK, costano poco e sono abbastanza rustici da poter essere affidati a mani inesperte o poco delicate.
Ciao
 
PMEmail Poster
Top
 
RadioCB
Inviato il: Mercoledì, 21-Ott-2009, 15:55
Quote Post


Aspirante Volontario
**

Gruppo: Membro
Messaggi: 11
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 11-Ott-2009



QUOTE (Luigi @ Martedì, 20-Ott-2009, 12:21)
Ciao
se il volontario/associazione usano le radio private dei volontari ed ogniuno la usa a titolo personale, è necessario che ogni volontario sia in possesso della patente di radioamatore (se la radio è vhf/uhf) o della ricevuta di pagamento della tassa (se si tratta di cb).
Nel caso l'associazione abbia in concessione una frequenza radio specifica e premesso che le concessioni fanno riferimento ad un modello specifico di radio e ad un numero di apparecchi dichiarato all'atto della richiesta della concessione della frequenza, queste radio possono essere usate da qualsiasi membro dell'associazione stessa durante le attività addestrative od operative.
ciao
Luigi

QUOTE
è necessario che ogni volontario sia in possesso della patente di radioamatore (se la radio è vhf/uhf) o della ricevuta di pagamento della tassa (se si tratta di cb).


In teoria è così ma ci sono dei particolari che vanno presi in considerazione.

L'autorizzazione per le radio CB è relativa a frequenze o canali ben specifici, al di fuori dei quali non è ammessa alcuna comunicazione.

2° Stessa cosa vale per le VHF/UHF, cioè è vietata ogni comunicazioni al di fuori delle bande di frequenza assegnati al servizio radioamatoriale. Oltre che ad avere la patente di operatore di stazione di radioamatore occorre avere la licenza all'impianto e all'uso di una stazione radioamatoriale.
Volendo appricare la legge severamente, le comunicazioni che transitano in quelle frequenze dovrebbero avere solo scopo di ricerca e divulgazione scintifica nel campo delle radiocomunicazioni.
 
PMEmail Poster
Top
 
RadioCB
Inviato il: Mercoledì, 21-Ott-2009, 16:16
Quote Post


Aspirante Volontario
**

Gruppo: Membro
Messaggi: 11
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 11-Ott-2009



QUOTE (Luigi @ Martedì, 20-Ott-2009, 12:21)
Ciao
se il volontario/associazione usano le radio private dei volontari ed ogniuno la usa a titolo personale, è necessario che ogni volontario sia in possesso della patente di radioamatore (se la radio è vhf/uhf) o della ricevuta di pagamento della tassa (se si tratta di cb).



E' necessario fare delle precisazioni.

1° la concessione per l'uso di apparati CB è relativa a specifiche frequenze o canali, al di fuori delle quali non sono consentite comunicazioni.

2° stesso discorso vale per le VHF/UHF, cioè è vietata ogni comunicazione al di fuori delle bande di frequenza assegnate ai radioamatori. In più oltre ad avere la patente di operatore di stazione di radioamatore occorre essere in possesso di licenza per l'impianto e l'uso di una stazione radioamatoriale.
Volendo applicare la normativa alla lettera, sulle frequenze concesse al servizio radioamatoriale, possono transitare esclusivamente conunicazioni inerenti lo studio e la divulgazione di notizie tecniche riguardanti le radiocomunicazioni.
 
PMEmail Poster
Top
 
Luigi
Inviato il: Venerdì, 23-Ott-2009, 06:59
Quote Post


Volontario Appassionato
****

Gruppo: Membro
Messaggi: 86
Utente Nr.: 8
Iscritto il: 20-Ott-2009



Ciao RadioCB
hai ragione per quanto riguarda l'uso privato.
*Nell'ambito delle emergenze in banda CB e scavo nella memoria di almeno 30 anni ma non mi pare sia cambiato nulla, la normativa prevede l'uso eclusivo del "canale 9" per le comunicazioni di emergenza del SER ( non so dirti se questo servizio volontario esista ancora) con il concorso del "canale 16" e su quest'ultimo punto ho qualche dubbio in piu'. potrà aiutarci qualche club cb se ci leggono.
* Nell'ambito delle comunicazioni radioamatoriali è tutto vero per il privato. Nel caso delle associazioni che abbiano in "concessione" una frequenza, nel nostro caso la 1**,*5*, è valido il mio discorso. La frequenza è di uso esclusivo dell'associazione per il numero totale di radio registrate presso il Ministero PT e per le attività associative operative o addestrative. I volontari, in questo caso, non devono avere la patente di radioamatore. Il vincolo è solamente numerico ed è dato dal numero di radio dichiarate all'atto della richiesta della concessione. Cercherò di postare la documentazione da presentare e di fornirvi i relativi costi.
ciao e buona radio a tutti

 
PMEmail Poster
Top
 
Luigi
Inviato il: Venerdì, 23-Ott-2009, 07:00
Quote Post


Volontario Appassionato
****

Gruppo: Membro
Messaggi: 86
Utente Nr.: 8
Iscritto il: 20-Ott-2009



Approfitto per scusarmi della inutile duplicazione di un post precedente.
Pensavo che il primo non fosse andato a buon fine
Luigi
 
PMEmail Poster
Top
 
RadioCB
Inviato il: Martedì, 27-Ott-2009, 22:33
Quote Post


Aspirante Volontario
**

Gruppo: Membro
Messaggi: 11
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 11-Ott-2009



QUOTE (Luigi @ Venerdì, 23-Ott-2009, 06:59)

Nell'ambito delle comunicazioni radioamatoriali è tutto vero per il privato. Nel caso delle associazioni che abbiano in "concessione" una frequenza, nel nostro caso la 1**,*5*, è valido il mio discorso. La frequenza è di uso esclusivo dell'associazione per il numero totale di radio registrate presso il Ministero PT e per le attività associative operative o addestrative. I volontari, in questo caso, non devono avere la patente di radioamatore. Il vincolo è solamente numerico ed è dato dal numero di radio dichiarate all'atto della richiesta della concessione. Cercherò di postare la documentazione da presentare e di fornirvi i relativi costi.
ciao e buona radio a tutti


Nel post precedente a questo fai riferimento all'uso di apparecchi privati da parte dell'associazione ma non specifichi che l'associazione stessa ha la concessione per l'utilizzo di una frequenza assegnata.

Nel caso in cui l'associazione abbia una concessione, é giusto quanto sopra in quoto.

Mentre, nel caso in cui l'associazione non abbia la concessione all'utilizzo di una frequenza, il privato anche se fa parte dell'associazione non può utilizzare la sua apparecchiatura, proprio perchè non c'è concessione.

Per poter utilizzare frequenze al di fuori di quelle radiamatoriali e necessaria sempre e comunque una concessione. In mancanza di quella è vietato l'uso di tali apparecchiature.
 
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
     

  Topic Options Pagine : (3) [1] 2 3  Reply to this topicStart new topicStart Poll